Convegno ADEC 2023: la famiglia tra diritto secolare e diritti confessionali

ADEC

Si terrà presso l’Università degli Studi di Messina nelle giornate di oggi e domani il Convegno nazionale dell’Associazione dei docenti universitari della disciplina giuridica del fenomeno religioso (ADEC).

Il tema scelto dagli organizzatori è Relazioni familiari e libertà di religione. “Beni di rilievo costituzionale” a confronto: si tratta di un’occasione per riflettere su questa cellula primigenia della società, messa in discussione tanto dalle trasformazioni culturali oggi in atto, quanto dall’apporto dei diritti etnico-religiosi.

La chiave di lettura è quella del dialogo tra ordinamenti civili e confessionali in prospettiva multiculturale, senza pretese di subordinazione di un assetto normativo rispetto ad un altro, bensì con il duplice obiettivo di favorire la reciproca conoscenza e consentire un’osmosi virtuosa e nuovi paradigmi di inclusione e integrazione, soprattutto nello scenario dei flussi migratori.

Le relazioni familiari sotto molteplici sfaccettature: i temi delle relazioni

L’inizio dei lavori è fissato per le ore 15,30 nell’Aula Magna del Rettorato dell’Ateneo messinese: ai saluti istituzionali seguirà la presentazione dell’attuale Presidente dell’ADEC, prof. Pierluigi Consorti. La prima sessione, moderata dal prof. Salvatore Berlingò, vedrà nel panel dei relatori il prof. Andrea Zanotti, che terrà una relazione dal titolo “Relazioni familiari, identità di genere e autonomia personale tra diritti religiosi e ordinamenti civili”, e il prof. Angelo Licastro, che tratterà il tema delle “Relazioni tra genitori e figli: il ruolo della libertà di religione e di coscienza”.

La seconda sessione, prevista per la mattina del 22 nell’Aula Pugliatti del Dipartimento di Giurisprudenza, sarà presieduta dal prof. Rinaldo Bertolino. Le relazioni sono affidate al prof. Antonio Fuccillo, che si interrogherà sull’argomento “Relazioni familiari e migrazioni tra diritto, religioni e culture”, e alla prof.ssa Natascia Marchei, che analizzerà “Le relazioni familiari in crisi tra diritto civile e diritti religiosi”.

Gli interventi programmati

Inoltre, il convegno vedrà la partecipazione di altri studiosi, selezionati dal comitato scientifico sulla base di una call for paper, che avranno l’occasione di presentare le proprie ricerche sulla maternità surrogata tra reato e peccato (prof.ssa Federica Botti), sul diritto dei genitori all’avvio della prole al proprio credo (dott.ssa Monia Ciravegna), sulla parità tra i coniugi nel matrimonio tra diritto canonico e diritto italiano (dott.ssa Mariangela Galluccio), sul fenomeno della prigionia coniugale nella prospettiva nordamericana (dott.ssa Tania Pagotto), sul consenso al divorzio nel diritto ebraico (dott. Andrea Miccichè), sull’esegesi dell’ordine pubblico ostativo alla delibazione nella giurisprudenza di legittimità (dott.ssa Greta Pavesi).

Il convegno sarà, poi, concluso dall’intervento della prof.ssa Sara Domianello.

Dopo il termine dei lavori, si terrà l’assemblea dei soci e le elezioni per il rinnovo degli organi sociali dell’ADEC.

 

“Cum caritate animato et iustitia ordinato, ius vivit!”

(S. Giovanni Paolo II)

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Micciché

Andrea Micciché

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter