Premio Vox Canonica a Suor Maia Luisi: cronache dal Catania Book Festival

Premio Vox Canonica Catania

Una cerimonia indimenticabile

Venerdì 21 maggio 2021 si è svolta, nella splendida cornice dell’ex Monastero di Santa Chiara di Catania, inserito nell’ambito del Catania Book Festival, la prima edizione del premio Vox Canonica promossa dall’omonimo periodico online delle scienze canonistiche.

È stata premiata canonista dell’anno suor Maia Luisi, suora professa perpetua della Fraternità Francescana di Betania e Officiale del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi.

La redazione ha scelto suor Maia per manifestare un grato riconoscimento al genio femminile nella Chiesa ed anche per ossequio al curriculum di suor Maia.

Infatti, ella ha collaborato alla stesura di alcune voci del Diccionario General de Derecho Canónico edito dalla Università di Navarra, ha conseguito il Dottorato presso la Pontificia Università della Santa Croce con una Tesi sugli “Istituti misti di Vita Consacrata, natura, caratteristiche e potestà di governo”.

Da ultimo, in collaborazione con Mons. Juan Ignazio Arrieta, è stata curatrice della nuova edizione del Codice Penale Vaticano.

Alla suggestiva cerimonia di premiazione sono intervenuti molti ospiti che hanno avuto l’occasione di poter assaporare la peculiarità del Diritto Canonico, spesso relegato solo negli ambiti degli addetti strettamente ai lavori, ma che Vox Canonica cerca di rendere fruibile ai più in maniera naturalmente più sobria.

Dopo i saluti del direttore del giornale, fra Domenico Rosa MSC, si è avuta la presentazione di Vox Canonica a cura di fra Rosario Vitale MSC e di Vito Livadia, nonché la lettura del curriculum di suor Maia a cura di Giovanni Pingitore.

Il culmine dell’evento è stato la lectio magistralis di suor Maia, cui ha fatto seguito la consegna del premio.

È stato tutto un susseguirsi ed un incalzare di emozioni forti e belle, espressione di una passione condivisa e vissuta per la Chiesa e per il Diritto Canonico.

La lectio magistralis di Suor Maia Luisi

Suor Maia ci ha offerto una relazione sulla Questione femminile nella Chiesa.

Tema molto complesso, di ampio respiro e che coinvolge gran parte dei dibattiti emersi da sempre, ma con grande attualità negli ultimi tempi, all’interno della compagine ecclesiale.

Suor Maia con fare magistrale, ha tratteggiato e si è soffermata a considerare la partecipazione della donna alla missione della Chiesa.

La religiosa ha sottolineato in particolare come «nel sacerdozio comune non ci sono ragioni né teologiche né ecclesiologiche e quindi neppure giuridiche per distinguere tra uomo e donna» e, quindi, se da un lato nella tradizione e nella prassi operativa ci siano state delle resistenze, tuttavia, a seguito dell’affermazione continua di una partecipazione corresponsabile dei laici all’intera missione della Chiesa, in essa è da ascriversi il ruolo a volte anche preminente della donna.

Ed ancora proseguendo con leggiadria di parola, suor Maia, passando attraverso l’analisi sia della Sacra Scrittura sia dei documenti magisteriali in particolare della Costituzione pastorale Gaudium et Spes, ha lasciato un messaggio molto bello ed edificante sottolineando che «giustamente non si tratta solo di far sì che le donne dicano la loro verità, ma anche che la loro parola possa lasciare il recinto a cui è stata assegnata, possa entrare nel campo dell’ascolto e dello scambio».

Il premio

La cerimonia si è conclusa con la consegna del premio Vox Canonica, composto da un medaglione in terracotta di Caltagirone realizzato dall’artista Ridolfo e raffigurante in bassorilievo il Santo protettore dei canonisti, il frate domenicano San Raimondo di Peñafort, ed il logo di Vox Canonica, una miniatura del giurista Alciato.

A tutti vanno i ringraziamenti da parte di Vox Canonica, in particolare ai numerosi partecipanti e al Rotary Club Catania Etna Centenario, nelle persone della Presidente dott.ssa Cecilia Costanzo e dell’avv. Yolanda Medina Diaz, che hanno consegnato come segno di gratitudine il gagliardetto del Rotary a Rosario Vitale e a suor Maia; si ringrazia anche il dott. Franco Sacco per aver curato il servizio fotografico.

In conclusione, «tutto questo è stato una grazia del Signore», un ringraziamento perenne per colui che non smette mai di beneficarci.

Per chi non avesse potuto partecipare di presenza, è possibile rivedere l’evento sulla nostra pagina Facebook e sul nostro canale YouTube.

 

“Cum caritate animato et iustitia ordinato, ius vivit”

(San Giovanni Paolo II)

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Vito Livadìa

Vito Livadìa

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter